Ultima Forsam TreEmme

"E quando i morti marceranno"

L’orda di Morti che cinge d’assedio la città convince gli Eroi a dirigersi dal Podestà, ma durante il viaggio sono interrotti da una pioggia di Furie, sgominate con l’aiuto della Guardia Cittadina. Dopo averle eliminate, proseguono nella città in preda al caos: attacchi di uccelli Morti, un tentativo di sfondamento della mura principali, ma – soprattutto – un’intrusione sa un piccola postierla laterale di un MOrto altamente intelligente con alcuen Furie di scorta. Dopo averle sistemate, una rapida investigazione rivela che le guardie sono state avvelenate, prima di essere martoriate dagli attacchi dei Morti.

Conferiscono nuovamente con il podestà di Lucca, che conferma l’ipotesi di un tradimento interno e li invita a proseguire le proprie investigazioni. I nostri torano alla Postierla: i corpi sono stati rimossi, ma restano alcune tracce interessanti, come ad esempio i resti della anfore che recano un simbolo misterioso, già visto alla Casa dei Mutilati.
Si decide quindi da passare un po’ di tempo al mercato, ma qui accade un fatto veramente increscioso:FIlostrato Capoccio si sente improvvisamente male, stramazza a terra e risorge poco dopo come un Ossesso.

Archiviata questa triste pratica, una conversazione con Donata li porta ad identificare il simbolo con quello de Il Bagatto una taverna di malaffare, gestita da Lucius Alexander e dedicata interametne ai Corrotti.
Una prima visita permette a Artemisia di riconoscere una vecchia compagna, Beatrix. Una seconda visita, dopo una interessante conversazione con Lucius, porta ad una infiltrazione negli alloggi del misterioso Fiorenzo. All’ingresso degli eroi si trova nudo, con una ruota tatuata sulla schiena, davanti a una finsestra aperta. Decide quindi di suicidarsi per rinascere come Ossesso e attaccare gli eroi.

Al termine del combattimento gli eroi recuperano tra le proprietà di Fiorenzo, un tomo scritto in copto. Si accingono quindi a fare rapporto al Podestà.

Comments

marcello_missiroli marcello_missiroli

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.